Blog

TORINO - La ragazza di Chagall 23 gennaio 2020 ORE 20:30

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'associazione YWCA-UCDG Onlus è molto lieta di invitarvi alla presentazione del libro La ragazza di Chagall di Antonella Sbuelz

che si terrà il prossimo 23 gennaio alle ore 20.30, presso la sede dell'associazione in via San Secondo, 70 a Torino.

Edito da Forum Editrice Universitaria Udinese, La ragazza di Chagall è un giallo storico che si snoda attraverso gli anni più cupi del nazifascismo, ma anche un intenso romanzo di formazione, che esplora le zone grigie delle leggi razziali, indagando passioni e ribellioni, innocenza e disincanto, tradimento e perdono.
Quattro vite si incrociano tra le righe di questo romanzo e le loro storie si snodano all'interno di un contesto storico-geografico che va dalla Trieste del 1938, dove Mussolini annuncia la promulgazione delle leggi razziali, all'Argentina del 1940, dove Amalia, tra le protagoniste, giunge dopo una traversata oceanica, raccogliendo l'eredità della coraggiosa nonna Lea. Sulla nave l'incontro tra Amalia e Folco, entrambi ebrei: lei appena adolescente, che il padre accompagna per lasciarla a una zia a lei sconosciuta, lui un giovane che accompagna la sorellina Tilde per lasciarla a dei parenti e sottrarla all'incubo che l'Europa vivrà di lì a poco.
La Storia e la microstoria si intrecciano, dando spazio al racconto di vite coraggiose, privilegiando quelle femminili, inevitabilmente stravolte dagli eventi del tempo.
Nel 2019, il libro è stato finalista al “Premio Viareggio”, è entrato nella selezione del “Campiello”, ha ricevuto il premio “Raffaele Crovi” e il premio abruzzese “Raccontami la storia”. E infine, è tra i vincitori del Fiuggistoria 2019, nella sezione romanzo storico.

Ne parleremo con l'autrice, Antonella Sbuelz, che dialogherà con Maria Pia Simonetti.

Antonella Sbuelz ha studiato a Trieste, Verona e Losanna. Tra i suoi romanzi, La fragilità del leone (Forum 2016), Greta Vidal (Frassinelli 2009), pubblicata in inglese come A Season in Utopia (Troubador 2012), Il movimento del volo (Frassinelli 2007) e Il nome nudo (Moby Dick 2001). Tra le ultime raccolte poetiche, Transitoria (Raffaelli 2011) e La misura del vicino e del lontano (Raffaelli 2016). Oltre venti i premi ricevuti, tra cui Biblioteche di Roma, Predazzo, Caterina Percoto, Selezione Rhegium Julii e Raccontami la Storia per la narrativa; Colline di Torino, Città di Forlì, Recanati, Alda Merini, Laurentum, Alpi Apuane, Caput Gauri per la poesia. Le sue opere sono state oggetto di studio presso università italiane e straniere. È stata tradotta in inglese, francese e croato. All’insegnamento e alla scrittura affianca una viva passione per la microstoria.

Vi aspettiamo numerosi!